Verona.st - Il portale della città di Verona - Italia

Luoghi \ Piazza dei Signori

Piazza dei Signori

Piazza dei Signori

Da Piazza Erbe si accede all’attigua Piazza dei Signori passando sotto l’Arco della Costa, così chiamato in quanto, dalla metà del XVIII secolo, pende dalla sua volta sul capo dei passanti una costola di balena, attorno alla quale ruotano numerose leggende.
Prima dell’”elezione” di Piazza Bra a luogo di passeggio prediletto dei veronesi, era Piazza dei Signori il “salotto” di Verona, data l’eleganza dei palazzi che delimitano il perimetro. Al centro della Piazza campeggia la statua di Dante, poeta simbolo dell’Italia per eccellenza (1865): è per questo che la stessa Piazza viene spesso indentificata come Piazza Dante.
Tra i vari edifici che qui si affacciano, alcuni sono degni di nota particolare: il Palazzo Comunale (XII sec.), con il suo bel Cortile del Mercato Vecchio, dominato dalla già citata Torre dei Lamberti, che qui ha il suo accesso; il Palazzo del Capitano, dove risiedevano i capitani inviati dalla Serenissima a governare la città in epoca veneziana e nel cui cortile interno recenti scavi archeologici hanno portato alla luce dei resti di epoca romana, visibili da due grandi oblò; la Reggia degli Scaligeri coi suoi merli ghibellini. Fu proprio qui che Cangrande ospitò Dante nell’occasione riportata poi dal Poeta nella Divina Commedia; la Loggia del Consiglio, in stile rinascimentale. Infine, tra Piazza Erbe e Piazza dei Signori, si staglia la Torre dei Lamberti, o Torre del Comune, la cui costruzione è data per iniziata già nel XII sec., ma la cui altezza attuale si raggiunse solo dopo l’innalzamento risalente alla metà del XV sec. a seguito di un fulmine che ne aveva abbattuto la cima. Dalla sua sommità si apre agli occhi una vista panoramica di Verona che trova eguali solo in quella che si può gustare dal belvedere di Castel San Pietro.

 

©2006 Verona.st - Tutti i diritti riservati